L’ECOMMERCE B2C CONTINUA LA SUA CORSA PER COLMARE IL DIVARIO CHE SEPARA L’ITALIA DAI MERCATI PIÙ MATURI


22406526_1961566000723789_4273465743771319566_nVisione, coraggio e perseveranza sono le parole chiave di quest’ultima edizione dell’Osservatorio eCommerce B2c, necessarie per superare il gap che separa l’Italia dai mercati più maturi. Per Roberto Liscia, presidente Netcomm, i dati sono incoraggianti “anche se ancora non sufficienti a dichiarare maturo e dinamico il settore nel nostro paese, dove i modelli di business stanno cambiando rapidamente e facilitando i nuovi entranti”. Per Liscia l’approccio spesso sperimentale e poco convinto all’eCommerce da parte di molti operatori tradizionali italiani “è la conseguenza del fatto che essi non hanno dedicato né il giusto impegno né le loro migliori risorse a un progetto strategico che, invece, sta diventando il vero motore delle economie avanzate”.

Più prodotti che servizi è la prima grande novità segnalata dall’Osservatorio B2c, con l’elettronica di consumo al primo posto con 4 miliardi e +28% rispetto allo scorso anno; segue l’abbigliamento con 2,5 miliardi e lo stesso tasso di incremento; Food & Grocery e Arredamento con 900 milioni ciascuno e rispettivamente +43% e +31% superano l’editoria, a quota 840 milioni e in crescita del 22%. Gli acquisti online valgono oggi il 5,7% del totale retail (erano il 4,9% nel 2016), ma il settore Food & Grocery è ancora fermo allo 0,5% in virtù del fatto che oggi solo il 15% della popolazione può fare online la spesa da supermercato con un livello di servizio idoneo, mentre un altro 55% ha accesso solo potenziale all’eCommerce grazie a iniziative che Valentina Pontiggia, direttore dell’Osservatorio eCommerce b2, definisce “sperimentali, isolate e con limitata capacità”.

Gli acquisti da smartphone crescono. Nel 2017 1/3 degli acquisti eCommerce, a valore, è concluso attraverso smartphone o tablet, con lo smartphone che concorre per il 25%.

Web shopper Italiani, tra abituali e sporadici. Nel 2017 i consumatori che hanno effettuato almeno un acquisto online nell’anno sono 22 milioni (+ 10%) e di questi 16,2 milioni fanno almeno 1 acquisto al mese generando il 93% della domanda totale eCommerce (a valore).

Cresce l’export. Il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri vale 3,5 miliardi di euro e rappresenta il 16% delle vendite eCommerce totali. I prodotti, grazie a una crescita del 19%, valgono 2,3 miliardi di euro e rappresentano il 67% delle vendite oltre-confine.

 a cura di Professioisti&Creativi 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.