Dal 28 dicembre 2018 è possibile consultare lo stato di avanzamento delle domande Naspi da dispositivi mobili


imageIl messaggio INPS n. 4843 del 28 dicembre 2018 informa che, tramite una nuova funzionalità dell’INPS Mobile, è possibile consultare lo stato di avanzamento delle domande Naspi da dispositivi mobili.

L’INPS informa, con il messaggio del 28 dicembre 2018, n. 4843, che, al fine di consentire ai cittadini una migliore accessibilità alle informazioni, è stata rilasciata una nuova funzionalità dell’app INPS Mobile denominata “Esiti Domande Naspi” che consente all’utente, munito di SPID o PIN, di avere informazioni sullo stato della propria domanda tramite dispositivi mobili.
La nuova funzionalità prevede l’accesso al prospetto di calcolo della prestazione Naspi, in caso di accoglimento della domanda, la consultazione dei documenti richiesti in caso di richieste istruttorie e la consultazione dei motivi dell’eventuale rigetto della domanda.

Inoltre vengono evidenziate le seguenti informazioni:

– la data di decorrenza e la durata della prestazione spettante;
– gli importi mensili della indennità spettante;
– i dati retributivi e contributivi che hanno determinato la durata e la misura della prestazione;
– l’elenco delle prestazioni di disoccupazione già fruite nel quadriennio precedente la data cessazione dell’attività lavorativa;
– i periodi contributivi già utilizzati per le prestazioni già fruite scomputati nel calcolo della durata della nuova domanda.

a cura di Alessandro Gargiulo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.