La Corte Costituzionale si esprime in materia di permesso premio ai condannati


Il 23 ottobre 2019 si è tenuta la camera di consiglio della Corte Costituzionale in cui sono state esaminate le questioni sollevate dalla Corte di Cassazione e dal Tribunale di sorveglianza di Perugia sulla legittimità dell’art. 4-bis, comma 1, ord. pen. nella parte in cui impedisce che per i reati in esso elencati siano concessi permessi premio ai condannati che non collaborano con la giustizia.

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 4-bis, comma 1, ord. pen. «nella parte in cui non prevede la concessione di permessi premio in assenza di collaborazione con la giustizia, anche se sono stati acquisiti elementi tali da escludere sia l’attualità della partecipazione all’associazione criminale sia, più in generale, il pericolo del ripristino di collegamenti con la criminalità organizzata. Sempre che, ovviamente, il condannato abbia dato piena prova di partecipazione al percorso rieducativo».
Lo si legge nel comunicato diffuso dall’Ufficio stampa della Corte a seguito della camera di consiglio.
La Consulta ha così «sottratto la concessione del solo permesso premio alla generale applicazione del meccanismo “ostativo” (secondo cui i condannati per i reati previsti dall’articolo 4 bis che dopo la condanna non collaborano con la giustizia non possono accedere ai benefici previsti dall’Ordinamento penitenziario per la generalità dei detenuti)». Conseguentemente la presunzione di “pericolosità sociale” del detenuto non collaborante perde il carattere di assolutezza e diventa relativa, potendo essere superata dal magistrato di sorveglianza con una valutazione caso per caso basata sulle relazioni fornite dal carcere e sulle informazioni e sui pareri di varie autorità, dalla Procura antimafia o antiterrorismo al competente Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

a cura di Alessandro Gargiulo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.