70 balene spiaggiate in Tasmania. Si tenta il salvataggio


Sono 70, all’incirca, le balene che sono rimaste bloccate nella baia Macquarie Harbour in Tasmania, nel sud dell’Australia, incagliate in un banco di sabbia probabilmente a causa della conformazione stessa della baia che ha un’apertura molto stretta.

Esperti e volontari si sono tempestivamente attivati per soccorrere i cetacei. Il fenomeno, purtroppo, è assai frequente ed il gran numero di animali coinvolti, rende sempre più lontana la prospettiva e, con essa, la speranza di salvarli.

La questione dello spiaggiamento dei cetacei è complessa e sul problema gli esperti si confrontano da decenni. Le cause non sono ancora ben note: in alcuni casi, questi animali, o per patologie o per situazioni di difficoltà, si avvicinano alla costa che ha un fondale più basso rispetto al mare aperto per poggiarsi e respirare senza sforzo, in altri casi possono esserci fattori ambientali come l’inquinamento, data l’alta concentrazione di sostanze inquinanti nei tessuti degli esemplari che di frequente si arenano.  Di certo le anomali locali nel campo geomagnetico (Nuova Zelanda, Australia) o alcune tecnologie come i sonar posso disorientare questi animali altamente sensibili e fare in modo che si riversino sulle coste, non riuscendo più a trovare la via del mare aperto.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.