Oggi si vota l’esonero contributivo. Il Comitato degli Avvocati scrive alla Camera: via i requisiti del calo di fatturato e della regolarità contributiva


‼️‼️‼️ #ESONEROCONTRIBUTIVO
È giunto ieri l’ok della commissione bilancio, dopo i dubbi di copertura sollevati ieri dalla Ragioneria.
L’emendamento torna alla Camera per il voto di oggi, mercoledì 14 ore 11, ma vogliono inserire la regolarità contributiva, che faticosamente si era riusciti a stralciare e che sarebbe assolutamente incostituzionale!
Invitiamo tutti a scrivere ai capigruppo!

Il presidente del comitato Avv Daniela Nazzaro

Di seguito il testo della richiesta da inviare ai capigruppo

Ai Capigruppo alla Camera

BOSCHI_M@CAMERA.IT
CRIPPA_D@CAMERA.IT
FORNARO_F@CAMERA.IT
LOLLOBRIGIDA_F@CAMERA.IT
MARIN_M@CAMERA.IT
MOLINARI_R@CAMERA.IT
OCCHIUTO_R@CAMERA.IT
SCHULLIAN_M@CAMERA.IT
SERRACCHIANI_D@CAMERA.IT

Oggetto: esonero contributivo totale
Illustri Onorevoli ,
In considerazione del Vostro impegno dimostrato in più occasioni, il sottoscritto Avv…… …….. del foro di……….., iscritto al gruppo "Comitato degli Avvocati", intende espremerVi la necessità di approvare l'emendamento n.47.2 al decreto "Sostegni bis", così come presentato dall'On Manzo, e già formulato dal Sen. Iunio Valerio Romano nel primo "Sostegni" (emendamento 3.2).
Si auspica che tale proposta di esonero contributivo totale per gli anni 2020 e 2021, da riconoscersi in via immediata ai redditi 2020 fino a 20.000 euro netti (indipendentemente dal calo di fatturato e dalla regolarità contributiva), possa essere approvata in sede di votazione alla Camera, ritenendo detta misura necessaria per intervenire direttamente in aiuto dei lavoratori autonomi e professionisti in difficoltà economica, gravati da una contribuzione fissa insostenibile, giacché non proporzionale al reddito prodotto. Peraltro, gli autonomi ed i professionisti sono i lavoratori maggiormente colpiti dalla pandemia, sia per le restrizioni alle attività lavorative, che per l'esclusione a monte dalla tutela piena dei diritti assistenziali e previdenziali e dalle politiche di sostegno al reddito, privi sia di ammortizzatori sociali, che di certezze salariali. Eppure, si tratta di categorie di lavoratori che rappresentano la vera forza produttiva e propulsiva del Paese e che non comportano un costo fisso per lo Stato, bensì una risorsa umana ed economica. Inoltre, con la previsione dell’esonero contributivo per le fasce economicamente più deboli, si andrebbero ad affermare i principii costituzionali di ragionevolezza e di uguaglianza sostanziale (art. 3 Cost.), nonché quelli di equità e di proporzionalità "in ragione della loro capacità contributiva" (art. 53, comma 1, Cost.). Infatti, il Legislatore lungimirante sa bene che il sovraindebitamento dei lavoratori si tradurrebbe inevitabilmente in un aumento dei contenziosi per il recupero di crediti di fatto inesigibili, con considerevoli ricadute nei bilanci dei rispettivi Enti (e, quindi, dello Stato) e sui livelli occupazionali. Anche sotto tale ultimo profilo, la proposta interviene per sostenere chi ha già un lavoro e chiede solo di poter continuare a lavorare, scongiurando cancellazioni da Albi o chiusure di partite Iva, soprattutto nella ipotesi in cui dovesse essere richiesto il requisito della regolarità contributiva: requisito che, in maniera del tutto illogica rispetto alla tutela sottesa, andrebbe a violare la ratio assistenziale ed i principi costituzionali della misura proposta. Con Alta Osservanza.
Avv…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.